Share
fullscreen
Ampolla dei pellegrini
fullscreen
padella acquamanile
Ampolla dei pellegrini
padella acquamanile

Altre opere esposte

Descrizione

La padella acquamanile in bronzo presenta una decorazione incisa con testa di Oceano nel tondo centrale circondato da scene marine. Le scene rappresentano un navigante in barca a vela che trasporta anfore, un pescatore con la canna, due pescatori con le reti raccolte in barca a remi e un pescatore stante con canna e pesce. L’intero campo è fittamente riempito con raffigurazioni di animali e uccelli marini. La padella acquamanile è un accessorio del servizio da banchetto: veniva infatti usata per lavare le mani, come è documentato dalla raffigurazione su un piatto in argento della fine del IV secolo da Cesena, che rappresenta un servitore nell’atto di versare acqua da una brocca dentro la padella, mentre il convitato si sciacqua la mano. Questo tipo di padella in bronzo venne prodotto sino al VII secolo. L'esemplare della Crypta Balbi rappresenta una delle più alte realizzazioni della toreutica tardoantica creato, probabilmente, da un atelier attivo a Roma nel IV secolo avanzato che elaborava con uno stile particolare modelli del secolo precedente. Per questo motivo la datazione della padella acquamanile può collocarsi nella seconda metà del IV secolo.

Altre opere a Roma

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento