Share
fullscreen
Susanna e i Vecchioni
fullscreen
Il tempo ammonitore
fullscreen
Antonio Gianlisi - Natura morta con tappeto
fullscreen
Pietro Antonio Luchini - Ritratto di Clementina Martelli Grillo
fullscreen
Giovanni Battista Todeschini - Ritratto di Lucia Stoppani
fullscreen
Massimo Tapparelli d'Azeglio - Porto di Lecco
fullscreen
Vincenzo Bianchi - Veduta di Lecco da Valmadrera
fullscreen
Ruggero Panerai - Soldati in attesa
fullscreen
Carlo Pizzi - Monte Resegone
fullscreen
Orlando Sora - La mia famiglia
fullscreen
Raffaele De Grada - Veduta di Lecco
fullscreen
Augusto Colombo - La laminatura
Susanna e i Vecchioni
Il tempo ammonitore
Antonio Gianlisi - Natura morta con tappeto
Pietro Antonio Luchini - Ritratto di Clementina Martelli Grillo
Giovanni Battista Todeschini - Ritratto di Lucia Stoppani
Massimo Tapparelli d'Azeglio - Porto di Lecco
Vincenzo Bianchi - Veduta di Lecco da Valmadrera
Ruggero Panerai - Soldati in attesa
Carlo Pizzi - Monte Resegone
Orlando Sora - La mia famiglia
Raffaele De Grada - Veduta di Lecco
Augusto Colombo - La laminatura

Altre opere esposte

Descrizione

L’attività artistica di Augusto Colombo si inserisce nel burrascoso periodo che segue il primo conflitto mondiale durante il quale gli artisti cercarono di tornare al gusto per le cose semplici, dove il volto umano e il paesaggio suscitano una volontà di studio e di ricerca.
Proprio in questo periodo Colombo, comincia a creare alcune opere particolari, caratterizzate dalla centralità delle immagini e dalla cura delle piacevolezze cromatiche. Dopo alcuni viaggi a Firenze, Roma e Parigi, nella sua arte si osserva una preferenza per i valori disegnativi e di composizione. Nelle sue opere inizia a spiccare un’attenzione per l’architettura umana e un linguaggio estremamente essenziale, che in realtà comunica un contenuto più complesso.

Nel 1938 il pittore realizza La laminatura e i suoi annessi disegni preparatori, che sono stati donati nel 2000 al Si.M.U.L.
Il dipinto raffigura una delle fasi di lavorazione del ferro, la forgiatura, tipica attività legata alla storia e alle tradizioni lavorative del territorio lecchese. Gli uomini, con l’espressione della loro fatica, risultano i protagonisti della composizione, attraversata dalla linea incandescente e sinuosa del ferro. Nel dipinto i valori estetici si fondono così con un profondo contenuto umano, come in quasi tutta l’arte di Augusto Colombo.

Collocazione: sala n.7


Altre opere a Lecco

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento