Share
Museo Civico Floriano Bodini

Il Museo Civico Floriano Bodini

Il Museo Civico Floriano Bodini si trova a Gemonio, paese natale dello scultore cui è dedicato e nasce dalla riconversione di una cascina rurale settecentesca in un’istituzione dedicata alla promozione e alla ricerca artistica, un luogo dinamico e di aggregazione che presenta ogni anno mostre di artisti italiani e internazionali, laboratori, conferenze, concerti ed eventi teatrali. Obiettivo centrale è quello di approfondire e rinnovare la conoscenza dell’opera di Bodini e di altri artisti a lui legati da affinità, serietà e rigore nella ricerca, con uno sguardo che coniughi l’ampio respiro internazionale alle radici storico-culturali. Il Museo viene inaugurato nel 1998 per volontà dell’amministrazione comunale in collaborazione con la Provincia di Varese e la Comunità Montana della Valcuvia, grazie ai finanziamenti della Regione Lombardia e della Fondazione Cariplo. La collezione si compone di diversi nuclei: il corpus delle opere di Bodini copre l’intero arco della sua attività artistica ed è costituito da gessi, bronzi, terrecotte, marmi e da numerosi pezzi della produzione medaglistica e grafica. Vi sono poi un cospicuo numero di opere scultoree, pittoriche e grafiche di artisti apprezzati e collezionati dallo stesso Bodini. Per citarne alcuni, tra gli scultori si possono ammirare Leonardo Bistolfi, Medardo Rosso, Arturo Martini, Giuseppe Grandi, Lucio Fontana, Francesco Messina e Augusto Perez. Tra i dipinti, il Museo custodisce le opere di artisti legati al realismo esistenziale, corrente artistica alla quale lo stesso Bodini si avvicina nella parte giovanile del suo percorso. Anche grazie al ricco programma di mostre ed eventi il Museo Civico Floriano Bodini intende valorizzare e promuovere in particolare i protagonisti del Realismo Esistenziale e della Nuova Figurazione. Della sezione pittorica della collezione fanno parte opere di Alberto Sughi, Franco Francese, Giuliano Vangi, Giuseppe Zigaina, Piero Leddi e molti altri, a cui si aggiungono più recenti donazioni di Franco Molteni, Giordano Morganti, Claudio Bonomi, Jean Rustin e Nicola Villa. Nell’ambito della grafica, troviamo opere di Fernand Lèger, Henry Moore, Georges Rouault e Graham Sutherland. Il museo offre inoltre un’importante biblioteca di oltre 5.000 titoli, con uno sguardo particolare agli autori del realismo esistenziale e alla storia della scultura; sono volumi in parte già catalogati e disponibili alla consultazione e al prestito.

Gli spazi

Opere Museo Baroni

Orari e biglietti

Indirizzo

Via Marsala 11
21036 Gemonio

Altri contatti


Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento