Share
conclusa Sarah Entwistle

A cura di: Alfredo Cramerotti

La mostra

Il Museo Nivola è felice di informarvi che dal 31 ottobre 2020 a partire dalle 14:00, sarà possibile visitare la prima personale di Sarah Entwistle in una istituzione italiana: un corpus di opere completamente nuovo che comprende arazzi, oggetti e opere a due dimensioni.

 

La mostra You should remember to do those things done before that have to be done again (Dovresti ricordarti di fare quelle cose fatte prima che siano da rifare), a cura di Alfredo Cramerotti, prende il titolo da una lettera d’amore scritta a metà degli anni Sessanta dal nonno di Sarah Entwistle, Clive Entwistle (1916-1976), architetto come lei e contemporaneo di Costantino Nivola.

 

Nel suo lavoro Sarah Entwistle (1979) raccoglie oggetti e frammenti di materiali; la sua è una pratica quotidiana che, attraverso l’atto del ricordo, calibra tempo e luoghi. Negli ultimi anni questo rito ha iniziato a concentrarsi sull’archivio del nonno, intaccandone la storicità. 

Avvicinarsi all’archivio come complesso di materiali in divenire consente ad Entwistle di rivedere e ricostruire continuamente nuove linee narrative. Gli oggetti all’interno dell’archivio vengono scambiati e dei pezzi sostituiti o estratti. In questo processo di fusione di biografie, spesso carico di tensione, l’artista avverte continuamente l’affacciarsi di un istinto proprietario, ogni volta che il confine di una storia vissuta viene violato.

 

Per la mostra al Museo Nivola, Sarah Entwistle ha creato una composizione scultorea di grandi dimensioni attraverso una serie di oggetti che registrano i movimenti di un anno e la sua prima visita a Orani. Presentando un’aggregazione di oggetti che hanno associazioni formali con un “presente storico”, l’artista traccia archi e tangenti fra le opere di Nivola, la vicenda di Clive Entwistle (entrambi emigrati europei a New York) e la sua stessa vita e pratica artistica.

 

Molti degli elementi esposti sono stati raccolti da Entwistle durante il suo primo viaggio via terra dalla sua casa di Berlino a Orani. Altri pezzi sono stati accumulati nello stesso anno a Londra, Berlino, in Marocco, ad Atene e in Sicilia. Sono elementi trovati e realizzati a mano che collettivamente creano un’archeologia di forme, materiali, toni e texture.

 

Nella galleria, queste costellazioni di manufatti, disposti a formare archi e assi risonanti, sono presentati su tre basi monolitiche in pietra e marmo. I visitatori possono rilassarsi sedendo su grandi blocchi di lana grezza compressa, tinta in varie sfumature di colore, accatastati intorno al perimetro dello spazio espositivo; da lì possono vedere una serie di arazzi di carta appesi al soffitto. Gli arazzi, realizzati con la tecnica del collage, utilizzano carta di diverse trame, opacità, grammature e dimensioni per creare un ambiente astratto nei toni del seppia e del blu.

Opere esposte

Orari e biglietti

Indirizzo

Via Gonare, 2 (Museo Nivola)
08026 Orani

Altri contatti

Altro in programma

date_range Museo Nivola

Peter Halley

Fino al 22 agosto 2021


Ricerche correlate

in scadenza date_range Villa Medici

ECCO

Fino al 08 agosto 2021

in scadenza date_range L'Ascensore

Alfredo Aceto

Fino al 10 agosto 2021

date_range GAM - Galleria d'Arte Moderna di Torino

Luigi Nervo

Fino al 15 agosto 2021

date_range Casa Museo Jorn

SYMBJORNTS

Fino al 22 agosto 2021

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento