Share

Fondazione Palazzo Coronini Cronberg verified

Gorizia, Friuli-Venezia Giulia, IT chiuso visita il museoarrow_right_alt

fullscreen
Antonio Joli - Il corteo reale di Piedigrotta visto da ponente
fullscreen
Antonio Joli - Il corteo reale di Piedigrotta visto da levante
fullscreen
Antonio Zona - Ritratto di Louise Loy Smart
fullscreen
John Riley - Ritratto di Louis Dufort-Duras conte di Feversham
fullscreen
Re David e i portatori d'acqua, Salomone e la Regina di Saba
fullscreen
Utagawa Hiroshige - Neve notturna a Kambara
fullscreen
Jan Saenredam da Hendrick Goltzius - Mario Furio Camillo arriva a Roma per negoziare con i Galli
fullscreen
Giovanni Britto o Nicolò Boldrini da Tiziano Vecellio - Matrimonio mistico di santa Caterina
fullscreen
Rosalba Carriera - Madonna
fullscreen
Ferdinand Georg Waldmüller - Preghiera prima del temporale
fullscreen
Giuseppe Ceracchi - Ritratto di Napoleone Bonaparte
fullscreen
Bertel Thorvaldsen - Ritratto di Michele Coronini Cronberg
fullscreen
Coppia di bicchieri
fullscreen
Andreas Ferdinand Spiegel - Spilla
fullscreen
Pendola da mensola
fullscreen
Coppia di caffetterie
fullscreen
Martin-Guillaume Biennais - Coppia di saliere
fullscreen
Brocca e zuccheriera
fullscreen
Balza
fullscreen
Luca Pacioli - De ludo scacchorum
fullscreen
Pierre Philippe Thomire - Pendola da mensola
fullscreen
Servizio da scrittoio
fullscreen
Pistola a fucile
fullscreen
Tazza con piattino
fullscreen
Franz Xaver Messerschmidt - L’uomo che guarda il sole
fullscreen
Franz Xaver Messerschmidt - Lo starnuto
fullscreen
Bureau-cabinet
fullscreen
Spilla
fullscreen
Ventaglio da matrimonio
fullscreen
Edouard De Beaumon - Ventaglio
fullscreen
Abito con marsina, brache e panciotto
fullscreen
Tazza con piattino
fullscreen
Bicchiere
fullscreen
Pauline Ducruet Augustin; Jean-Baptiste Fossin - Bracciale con ritratto in miniatura del conte Edwin de Fagan
fullscreen
Zuppiera
fullscreen
Etagère con specchiera
fullscreen
Francesco Caucig - La Visitazione
Antonio Joli - Il corteo reale di Piedigrotta visto da ponente
Antonio Joli - Il corteo reale di Piedigrotta visto da levante
Antonio Zona - Ritratto di Louise Loy Smart
John Riley - Ritratto di Louis Dufort-Duras conte di Feversham
Re David e i portatori d'acqua, Salomone e la Regina di Saba
Utagawa Hiroshige - Neve notturna a Kambara
Jan Saenredam da Hendrick Goltzius - Mario Furio Camillo arriva a Roma per negoziare con i Galli
Giovanni Britto o Nicolò Boldrini da Tiziano Vecellio - Matrimonio mistico di santa Caterina
Rosalba Carriera - Madonna
Ferdinand Georg Waldmüller - Preghiera prima del temporale
Giuseppe Ceracchi - Ritratto di Napoleone Bonaparte
Bertel Thorvaldsen - Ritratto di Michele Coronini Cronberg
Coppia di bicchieri
Andreas Ferdinand Spiegel - Spilla
Pendola da mensola
Coppia di caffetterie
Martin-Guillaume Biennais - Coppia di saliere
Brocca e zuccheriera
Balza
Luca Pacioli - De ludo scacchorum
Pierre Philippe Thomire - Pendola da mensola
Servizio da scrittoio
Pistola a fucile
Tazza con piattino
Franz Xaver Messerschmidt - L’uomo che guarda il sole
Franz Xaver Messerschmidt - Lo starnuto
Bureau-cabinet
Spilla
Ventaglio da matrimonio
Edouard De Beaumon - Ventaglio
Abito con marsina, brache e panciotto
Tazza con piattino
Bicchiere
Pauline Ducruet Augustin; Jean-Baptiste Fossin - Bracciale con ritratto in miniatura del conte Edwin de Fagan
Zuppiera
Etagère con specchiera
Francesco Caucig - La Visitazione

Altre opere esposte

Descrizione

L’abito è formato da marsina, sottomarsina e calzoni. Elemento fondamentale dell’abbigliamento settecentesco la marsina, chiamata in area veneta velada, ha un origine militare e deve il suo nome al conte Jean de Marsin. Si presenta come una lunga giacca con falde, dalla linea aderente al busto e svasata sui fianchi. Caratteristiche sono le maniche non molto lunghe ma svasate in basso e dotate di ampi risvolti. I bottoni larghi e piatti sono numerosi e costituiscono un importante elemento decorativo. La marsina era sempre portata aperta per lasciare bene in vista la sottomarsina, solitamente realizzata con tessuti più preziosi e di colore contrastante. Questo capo, senza maniche, presenta una linea aderente ed è sempre più corto della marsina. I calzoni, detti anche braghe o bragoni, hanno una linea affusolata e sono corti al ginocchio, dove si allacciano con alcuni bottoncini. Nel Settecento l’abbigliamento maschile mostrava ancora una profusione di colori e di ornamenti. I decori più diffusi erano, come in questo caso i ricami di soggetto floreale, caratterizzati da un’esuberanza di colori e di forme botaniche, rese spesso con grande realismo.

Altre opere a Gorizia

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento