Share

Musei Reali di Torino verified

Torino, Piemonte, IT chiuso visita il museoarrow_right_alt

fullscreen
Defendente Ferrari - Ritratto di Riccardo III
fullscreen
Bernardino Lanino - Compianto sul Cristo morto
fullscreen
Giorgio Chiulinovich, detto Lo Schiavone - Madonna con il Bambino
fullscreen
Antoon van Dyck - I figli di Carlo I d'Inghilterra
fullscreen
Andrea Mantegna - Madonna con il Bambino e sei santi
fullscreen
Piero Benci, detto il Pollaiolo - L'arcangelo Gabriele e Tobiolo
fullscreen
Pieter Verbruggen il Vecchio - Bassorilievo con una ghirlanda di fiori e frutta
fullscreen
Madonna con il Bambino
fullscreen
Filippo Lippi - I tre arcangeli e Tobiolo
fullscreen
Giovanni Francesco Barbieri, detto Guercino - il ritorno del figliol prodigo
fullscreen
Agnolo di Cosimo, detto il Bronzino - Ritratto di Gentildonna
fullscreen
Beato Angelico - Madonna con il Bambino
fullscreen
Jacopo Robusti, detto Tintoretto - Trinità
fullscreen
Jan van Eyck - Stigmate di San Francesco
fullscreen
Jan Brueghel il Giovane - La vanità della vita umana
fullscreen
Rembrandt Harmenszoon van Rijn, detto Rembrandt - Ritratto di Vecchio
fullscreen
Orazio Gentileschi - Annunciazione
fullscreen
Sandro Botticelli - Venere
Defendente Ferrari - Ritratto di Riccardo III
Bernardino Lanino - Compianto sul Cristo morto
Giorgio Chiulinovich, detto Lo Schiavone - Madonna con il Bambino
Antoon van Dyck - I figli di Carlo I d'Inghilterra
Andrea Mantegna - Madonna con il Bambino e sei santi
Piero Benci, detto il Pollaiolo - L'arcangelo Gabriele e Tobiolo
Pieter Verbruggen il Vecchio - Bassorilievo con una ghirlanda di fiori e frutta
Madonna con il Bambino
Filippo Lippi - I tre arcangeli e Tobiolo
Giovanni Francesco Barbieri, detto Guercino - il ritorno del figliol prodigo
Agnolo di Cosimo, detto il Bronzino - Ritratto di Gentildonna
Beato Angelico - Madonna con il Bambino
Jacopo Robusti, detto Tintoretto - Trinità
Jan van Eyck - Stigmate di San Francesco
Jan Brueghel il Giovane - La vanità della vita umana
Rembrandt Harmenszoon van Rijn, detto Rembrandt - Ritratto di Vecchio
Orazio Gentileschi - Annunciazione
Sandro Botticelli - Venere

Altre opere esposte

Descrizione

L’opera raffigura il figliol prodigo inginocchiato sulle scale della casa paterna a chiedere perdono della dissipazione del denaro avuto in dono. La tela rappresenta al meglio la prima maturità del pittore. Guercino attua una sintesi tra il realismo compositivo di Ludovico Carracci, il colorismo di Ippolito Scarsella e le invenzioni architettoniche di ascendenza veneta. Una certa conoscenza della pittura caravaggesca è ravvisabile sia nella rappresentazione della figura del figliol prodigo sia nella raffigurazione del servo alle spalle dell’anziano padre. Nel primo caso il riferimento sembrano essere i personaggi nella Madonna dei pellegrini, opera del Merisi del 1604-1606 in S. Agostino a Roma. Nel secondo caso invece l’abito del servo rimanda a molti personaggi dipinti dal maestro: per esempio il ragazzo nella Buona ventura del 1596-97, conservata al Louvre. Guercino ha realizzato Il figliol prodigo nel 1617 a Bologna per l’arcivescovo Ludovisi. I buoni rapporti fra il cardinal Maurizio e il Ludovisi, ancor prima che questo diventasse papa nel 1621, ma da quando era nunzio straordinario in Savoia nel 1616 per risolvere le controversie tra Carlo Emanuele I e Filippo di Spagna, circa la disputa delle terre del Monferrato, possono essere stati il tramite per l’arrivo della tela a Torino. Questa compare infatti nell’inventario delle collezioni sabaude fin dal 1631.

Altre opere a Torino

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento