Share
Museo Archeologico di Atina “Giuseppe Visocchi”

Il Museo Archeologico Di Atina

Il Museo si trova in un elegante edificio in stile classico nel centro storico di Atina, sede dell’ex scuola elementare donata nel 1928 alla cittadinanza dal podestà Giuseppe Visocchi.

Oggi l’edificio ospita il museo al primo piano e la biblioteca comunale al piano interrato; nel piano inferiore si trovano, invece, il magazzino reperti, la sala conferenze, l’aula didattica, il laboratorio fotografico e di restauro.                                                                                                                                  

Il percorso espositivo si snoda in cinque ampie sale, che accolgono materiali riferibili ad un arco cronologico compreso fra l’VIII sec. a.C. e il tardo medioevo, provenienti dal territorio atinate e da altri comuni della valle, in particolare dalle necropoli di Ominimorti a San Biagio Saracinisco e dal santuario italico di Casale Pescarolo a Casalvieri. L’allestimento del Museo segue un criterio prevalentemente topografico, con reperti organizzati per aree di rinvenimento o per collezioni di provenienza. Nel corridoio di ingresso sono allestiti un monetiere e un lapidarium, con preziose epigrafi di età romana provenienti dal territorio comunale, che consentono di rivivere le tradizioni, la storia e la società di Atina romana.

Nella prima sala sono esposti un leone funerario di epoca romana e i corredi della necropoli preromana rinvenuta nel 2002 in via dei Sanniti ad Atina.

La seconda e la quarta sala ospitano i corredi funerari provenienti da tre distinte necropoli ubicate nell’area del Monte Santa Croce a San Biagio Saracinisco, databili fra il VII e il V sec. a.C. e fra il IV e il III sec. a.C.

La collezione è costituita prevalentemente da ceramiche preromane in impasto, come le anforette costolate tipo”Alfedena” e le olle ovoidi riconducibili alla cultura arcaica della Valle del Liri, insieme a brocche (oinochoai) in argilla depurata e in bucchero, che documentano la penetrazione commerciale degli Etruschi in questa area interna del Lazio meridionale, attirati dalla ricchezza dei giacimenti metalliferi del Monte Meta. La vivace tradizione metallurgica locale preromana è testimoniata dalle numerose armi in ferro e in bronzo (punte di lancia e puntali di giavellotto) e da accessori dell’equipaggiamento del guerriero, come i cinturoni in lamina bronzea sbalzata o i morsi di cavallo in ferro. 

Gli spazi

Orari e biglietti

Indirizzo

Via Vittorio Emanuele II
03042 Atina

Altri contatti


Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento