Share
conclusa Alberto Garutti. Ai nati oggi

A cura di: Hou Hanru, Monia Trombetta

La mostra

Si intitola "Ai nati oggi" l’ambizioso intervento di arte pubblica di Alberto Garutti che, dopo essere stato realizzato a partire dal 1998 in diverse città del mondo (tra cui Gent, Istanbul e Mosca) arriva adesso a Roma, dove sarà visibile al pubblico a partire dal 2 luglio fino a dicembre 2019. L’opera, una celebrazione della vita e dell’evento universale della nascita, prevede l’intensificarsi della luce dei lampioni di Piazza del Popolo ogni volta che, nel reparto di maternità del Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS, nascerà un bambino. Il progetto, a cura di Hou Hanru e Monia Trombetta è realizzato dal MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo in collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e promosso da Roma Capitale, con il supporto di Acea e Areti.
Tramite un pulsante premuto in reparto in occasione di ogni nuova nascita, il sistema di lampioni aumenta gradualmente l’intensità luminosa della piazza, per poi tornare dopo circa trenta secondi alla media costante di illuminazione. Una variazione di luce che sospende il flusso ordinario della vita cittadina, per omaggiare con delicatezza l’unicità di ogni nuova nascita. Nella piazza e in corrispondenza dei principali accessi pedonali sono poste delle lastre in ferro, parte integrante dell’opera, per aiutare i passanti a comprendere appieno l’operazione e invitarli a sentirsene parte. Le lastre riportano questo testo: “I lampioni di Piazza del Popolo sono collegati con il reparto di maternità del Policlinico Agostino Gemelli. Ogni volta che la luce pulserà vorrà dire che è nato un bambino. Quest’opera è dedicata a lui e ai nati oggi in questa città” “Roma si arricchisce di un’idea artistica preziosa e poetica, un’opera dedicata alla nascita, ai bambini, alla città, che parla di speranza e di novità e lo fa attraverso la luce - dichiara Virginia Raggi, Sindaca di Roma -. Questa installazione ha un alto valore simbolico. Un valore artistico, ma anche sociale. Possiamo racchiuderlo in una parola: condivisione. Tutti potranno condividere, accogliere, celebrare uno dei momenti più belli e attesi in una delle piazze più amate e frequentate da turisti e romani". “In un momento di paura, indifferenza e violenza, questo progetto di Alberto Garutti è un meraviglioso benvenuto alla vita, un gesto di accoglienza, un abbraccio all’esistenza preziosa di ognuno, di ogni essere umano senza identificazione di nazionalità, etnia, religione. Un inno alla delicatezza e alla sacralità dell’umano - dice Giovanna Melandri, Presidente Fondazione MAXXI -. Con quest’opera di arte pubblica il MAXXI ancora una volta esce dalle gallerie del museo per trasformare le strade e le piazze di Roma in luoghi di incontro, condivisione e confronto attraverso i linguaggi dell’arte contemporanea”. Ogni anno oltre 4.000 nati vengono alla luce al Policlinico Agostino Gemelli: più di 11 bambini al giorno. “Con entusiasmo e convinzione uniamo il nome del Gemelli a un progetto d’arte internazionale che celebra la vita nel cuore della città di Roma – spiega Giovanni Raimondi, Presidente della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS –. Iniziative come questa umanizzano la vita dell’ospedale e contribuiscono a renderlo un luogo più vicino a tutti i cittadini. La tutela della vita nascente è nella missione fondativa del Gemelli, assicurando a tutte le donne in gravidanza e alle coppie la migliore assistenza in un momento straordinario qual è la nascita di un figlio”. “Ai nati oggi è un’opera che si relaziona con la città a differenti scale, che è visibile e non visibile: produce una sorta di urbanistica narrativa - afferma Alberto Garutti - Quando penso a questo lavoro, immagino sempre una mappa della città fisica che pulsa e una mappa della città mentale che ogni passante produce. L’immagine che racconto è in fondo una natività, un tema classico della pittura…” Ai nati oggi instaura un dialogo diretto con la città e i suoi abitanti, nel tentativo di riavvicinare l’arte alla realtà della vita: la nascita rappresenta infatti un messaggio immediatamente percepibile dall’intera comunità. L’opera si radica nel territorio cittadino e chiama a sé le persone che lo abitano suscitando in loro un’emozione improvvisa e sincera attraverso l’utilizzo della luce, mezzo di comunicazione immediato e riconoscibile, ma allo stesso tempo non invasivo.

Orari e biglietti

Indirizzo

Via Guido Reni, 4a
00196 Roma

Altri contatti

Altro in programma

date_range MAXXI

Una storia per il futuro.

Fino al 29 agosto 2021

date_range MAXXI

Luca Vitone

Fino al 12 settembre 2021

date_range MAXXI

Più grande di me.

Fino al 12 settembre 2021

date_range MAXXI

Valentina Vannicola

Fino al 26 settembre 2021


Mostre a Roma

in scadenza date_range Villa Medici

ECCO

Fino al 08 agosto 2021

date_range Villa Medici

Mircea Cantor

Fino al 19 settembre 2021

date_range Palazzo Barberini

Italia in attesa

Fino al 19 settembre 2021

date_range La Fondazione

Nico Vascellari 01

Fino al 25 settembre 2021

Ricerche correlate

date_range L'Ascensore

Alfredo Aceto

Fino al 10 agosto 2021

date_range GAM - Galleria d'Arte Moderna di Torino

Luigi Nervo

Fino al 15 agosto 2021

date_range FMAV - MATA

Pamela Breda

Fino al 22 agosto 2021

date_range Museo Nivola

Peter Halley

Fino al 22 agosto 2021

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento