Share
Museo Archeologico, Spezieria di Santa Fina e Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Raffaele De Grada

Il Museo

Il museo di San Gimignano è situato presso l’antico monastero di Santa Chiara successivamente trasformato in conservatorio per signorine di buona famiglia e, infine, in scuola media. Il complesso, definito tramite un’articolata serie di interventi ascrivibili ai secoli XVII-XIX, è stato recuperato tra gli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso. Vi è stato allestito un polo espositivo di grande interesse che comprende il Museo Archeologico, la Spezieria di Santa Fina e la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Raffaele De Grada”.


Il Museo Archeologico di San Gimignano conserva importanti testimonianze che tracciano la storia sangimignanese più antica, dal periodo etrusco arcaico fino al XVIII secolo. L’esposizione si divide in due sezioni: una dedicata all’arte etrusca e romana con reperti provenienti da insediamenti e necropoli rinvenute sul territorio (tra cui Pugiano, Cellole, e La Ripa) risalenti al VII – I secolo dopo Cristo; l’altra è invece riservata alle attività produttive di carattere artigianale, quali vetro e ceramica, attestate nella città durante il Medioevo. 

La Spezieria di Santa Fina, annessa nel 1253 allo Spedale omonimo fondato alla metà del XIII secolo, propone un attento recupero di suppellettili e arredi delle antiche istituzioni sanitarie della città. L’allestimento riproduce l’assetto e gli aromi originali della farmacia, una delle più antiche della Toscana, con la suddivisione nella “cucina“, dove si preparavano i medicinali, e nella “bottega“, preposta alla vendita dei prodotti, che erano contenuti in vasi ceramici e vitrei di altissimo livello qualitativo, riferibili a un periodo compreso fra i secoli XV e XVIII, e che ancora accompagnano i visitatori coi loro aromi benefici.


È intitolata a Raffaele De Grada (1885 – 1957) noto pittore milanese che dopo aver viaggiato in tutta Europa scelse proprio San Gimignano come patria d’elezione, la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea ospitata nello stesso complesso dell’antico monastero di Santa Chiara.  Il recente lascito della Collezione Pacchiani arricchisce la pinacoteca di dipinti italiani fra anni ’30 e ’80 eseguiti da celebri artisti (Casorati, Campigli, Carrà, De Chirico, Sironi, Soffici, Mafai, Morlotti, Adami fra gli altri). La galleria rappresenta inoltre lo spazio espositivo più importante della città di San Gimignano, all’interno del quale si tengono frequenti mostre temporanee dedicate all’arte dell’Ottocento, del Novecento e al contemporaneo.

Gli spazi

Orari e biglietti

Indirizzo

Via Folgòre, 11
53037 San Gimignano

Altri contatti

Scopri tutte le sedi: Fondazione musei Senesi


Altri musei a San Gimignano

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento