Share
Rocca di Montefiore Conca

Rocca Di Montefiore Conca

Montefiore Conca è la capitale medievale della Valle del Conca e certamente fu uno dei paesi prediletti della famiglia Malatesta; è un luogo affascinante e storicamente importante che, non a caso, fa parte del prestigioso circuito dei Borghi più belli d’Italia e delle Bandiere Arancioni.

Il castello, sfruttando le sue geometrie severe ed imponenti, domina il borgo come sentinella di pietra delle terre malatestiane e offre scorci davvero unici poiché sorge su un promontorio da cui lo sguardo può abbracciare la costa da Fano a Ravenna.

Costruito per volontà di Malatesta III detto “il Guastafamiglia” all’incirca intorno al 1337, divenne una vera residenza nobiliare di lusso, scelta in seguito come dimora preferita da alcuni membri della potente famiglia: Galeotto Malatesta detto l’Ardito, fratello di Guastafamiglia, Malatesta IV detto l’Ungaro, nipote dello stesso e diede i natali a Malatesta Novello nel 1377 (detto “Belfiore”) figlio dell’Ardito.

Gli splendidi affreschi trecenteschi realizzati da Jacopo Avanzi presenti nella sala “dell’Imperatore”, che si ispirano all’Eneide, rendono prezioso e unico l’ambiente che vanta dimensioni davvero ragguardevoli; la bella volta, un tempo anch’essa affrescata, si trova a ben 13,70 mt da terra.

Il castello nei secoli ospitò personalità importanti come il Re d’Ungheria, l’Imperatore Sigismondo, alcuni Papi fra i quali Gregorio XII e il famoso Papa guerriero Giulio II.

Sorto sulle rovine di un’antica struttura ad uso esclusivamente difensivo (il Castrum Montis Floris) di cui troviamo documenti storici già dal lontano XII secolo, subì nel corso dei secoli alcuni rimaneggiamenti strutturali compiuti per lo più da Malatesta Ungaro e successivamente da Sigismondo Pandolfo che lo adattò, irrobustendolo, all’arrivo delle prime armi da fuoco. 

L’ultimo Malatesta alla rocca fu proprio Sigismondo Pandolfo che, a causa della scomunica ricevuta, dovette arrendersi al volere di Papa Pio II Piccolomini e al suo Legato Pontificio Niccolò Forteguerri dei quali rimangono gli stemmi ben visibili sulla porta Curina.

Gli spazi

Orari e biglietti

Indirizzo

Via II Giugno
47834 Montefiore Conca

Altri contatti


Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento